Logo LoescherTestata

Sul grande schermo

War games di John Badham (1983) è uno dei primi film che ha come protagonista un hacker. Il giovanissimo Matthew Broderick, tentando di penetrare nei segreti di una casa produttrice di videogiochi, si connette con un supercomputer del Pentagono e rischia di scatenare la terza guerra mondiale. Rivisto oggi il film mostra tutti i suoi anni: tecnologie che sembravano allora all’avanguardia sono diventate di uso comune, e gli effetti speciali lasciano un po’ a desiderare. Ma è comunque interessante.




The Social Network di David Fincher (2010), racconta la storia di Mark Zuckerberg, lo studente di Harvard che ha inventato Facebook, e ricostruisce tutte le vicende che hanno accompagnato la trasformazione di un semplice programma per connettere gli ospiti del campus nel social network più famoso del mondo. Il film si conclude con la transazione milionaria tra Zuckerberg e i suoi ex amici, che lo avevano citato in giudizio accusandolo di aver copiato le loro idee.

Il 24 luglio 2010, a tutti gli utenti di Youtube che lo desideravano è stata data l’opportunità di documentare un momento della propria vita, inviando il filmato a un apposito canale. Hanno risposto all’appello 80 mila persone. Il materiale raccolto – oltre 4500 ore di girato – è stato selezionato dal documentarista Kevin Macdonald che ne ha ricavato un montato di 94 minuti e 57 secondi intitolato Life in a day, la vita in un giorno. Il film, considerato il primo social movie della storia, ha avuto come produttore esecutivo il grande regista inglese Ridley Scott. È stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2011 e ha avuto un buon successo di pubblico. Attualmente è visibile su un apposito canale di Youtube, sottotitolato in 25 lingue tra cui l’italiano. Questo è il trailer.